WhoGo Maps, un navigatore completo per Sailfish OS

Oramai si fa sempre più affidamento sui navigatori satellitari, che hanno soppiantato le care e vecchie cartine geografiche. Esistono navigatori stand-alone come i famosi Garmin o TomTom, ma sono in molti ad utilizzare i propri smartphone per fare ciò, sia perché esistono delle valide soluzioni gratuite, sia perché questo consente di non portarsi dietro più dispositivi.

Il navigatore satellitare – o comunque un’app che abbia almeno le mappe offline – è da sempre tra le funzionalità più richieste della community, ma purtroppo l’app Mappe di Jolla è rimasta quasi sempre la stessa, ovvero un semplice visualizzatore di mappe online con l’aggiunta di indicazioni testuali per le direzioni.

Ci sono anche altre app – sia sullo Store che su OpenRepos – che vengono in aiuto e che sono più o meno valide, come Poor Maps, un altro visualizzatore di mappe che però include anche funzioni più avanzate, oppure il recente WhoGo Maps, che finalmente sopperisce alla mancanza di un vero e proprio navigatore su Sailfish OS, con tanto di navigazione vocale turn-by-turn.

Per installare l’app e tutti i suoi componenti ci vorrà un attimo di pazienza e qualche minuto per la sua configurazione, vediamo come fare.

Per prima cosa, dovete aprire Storeman (il nuovo client nativo per OpenRepos), poi dovete cercare WhoGo Maps ed infine installarlo. Una volta installato, vediamo come scaricare le mappe offline e come impostare il navigatore con guida vocale.

Mappe offline

  1. Assicuratevi di avere OSM Scout Server installato più i suoi plugin aggiuntivi, che sono Fonts e Route.
  2. Una volta installati, aprite OSM Scout Server, che vi chiederà in quale cartella scaricare le mappe; fatto ciò vi troverete davanti alla schermata iniziale, con tutte le varie informazioni per l’uso del programma.
  3. A questo punto aprite Map manager (prima opzione del pulley in alto) e vi ritroverete nella schermata per scaricare le mappe.
  4. Da lì cliccate su Subscribe per ottenere l’elenco delle mappe e scegliere quelle di vostro gradimento.
  5. Una volta scelte le mappe tornerete nel Map manager e da lì potrete iniziare il download, cliccando su Start download (nel mio caso Check for updates perché ho già scaricato le mappe in precedenza).

Ecco fatto, abbiamo scaricato le mappe offline per WhoGo Maps.

Navigazione turn-by-turn

Per quanto riguarda la navigazione vocale vi basterà scaricare un sintetizzatore vocale (su OpenRepos ci sono espeak, pico tts o mimic) a vostra scelta ed il gioco è fatto.

Vediamo ora come impostare la navigazione.

  1. Aprite WhoGo Maps e vi ritroverete di fronte questa schermata:
  2. Dalla schermata principale dovete premere la griglia in basso al centro e vi ritroverete nella schermata delle opzioni:
  3. A questo punto dovete premere su Cerca e da lì potrete scegliere il motore di ricerca (OSM Scout Server è quello per le mappe offline) e la località nella quale volete andare.
  4. Una volta fatto ciò vi ritroverete nella schermata della mappa, dove premendo su Naviga e configurando le impostazioni basiche potrete finalmente caricare il percorso.
  5. Per iniziare la navigazione non dovete fare altro che cliccare sulla barra in alto e premere Avvia. Nel caso voleste poi cambiare le impostazioni vi basterà cliccare nuovamente sulla barra in alto.

Probabilmente molti di voi useranno già Here WeGo, navigatore Android molto famoso su Sailfish OS, vuoi per il suo essere gratuito, vuoi per il suo essere affidabile. Vale la pena cambiare da HereWeGo a WhoGo Maps? La risposta è nì.

Il segnale ad esempio prende quasi subito – a differenza di Here WeGo – ma d’altro canto le mappe, che si basano sul database di OpenStreetMaps, non sono complete e dettagliate come quelle commerciali, ed alle volte ho avuto qualche difficoltà nella ricerca. Ad ogni modo WhoGo Maps è ancora agli albori ed il suo sviluppo è altamente promettente, per cui vale comunque una prova, consapevoli del fatto che può solo migliorare.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento