La Russia scommette su Sailfish OS per il 2016

Jolla RussiaNikolay Nikiforov, ministro russo delle telecomunicazioni e dei mass media, lo scorso 29 dicembre ha detto di scommettere sulla crescita di popolarità di Sailfish OS durante il 2016:

Ci aspettiamo di vedere nel corso del 2016 un utilizzo molto più massiccio del sistema operativo qui in Russia, e in più progetti diversi.

La Russia vuole basare la propria strategia sull’OS di Jolla per contrastare il dominio degli Stati Uniti, dai quali provengono Android di Google, iOS di Apple e Windows 10 di Microsoft.

Oggi assistiamo al dominio totale di software statunitense: tre sistemi operativi principali che, di fatto, hanno il pieno controllo del mobile a livello mondiale – ecco perché i ministri dei BRICS hanno deciso di unire le forze, visto che rappresentano la metà della popolazione del mondo e la metà dei potenziali utilizzatori di smartphone e tablet. Il candidato principale per un progetto del genere è oggi il sistema indipendente Sailfish. Originariamente partito da sviluppatori finlandesi provenienti da Nokia, oggi l’azienda è registrata a Hong Kong e vi è una grande percentuale di investitori russi e cinesi; in un certo senso, si tratta di un progetto internazionale con la partecipazione attiva della Russia, anche attraverso sviluppatori russi.

La posta in gioco è alta, vedremo se Sailfish riuscirà ad accaparrarsi questa importante fetta di futuri utenti.

fonte:

fonte, via

Potrebbero interessarti anche...

4 Risposte

  1. Mario ha detto:

    Quello che afferma lo condivido al 100% attualmente gli unici OS sono tutti americani (uno peggio dell’altro) quando 5 anni fa i migliori erano europei quindi forza Jollaaaaaaa!! Non vedo l’ora di mettere le mani sul tablet e spero che presto annuncino uno smartphone con hardware di ottimo livello qui in Europa così posso pensionare il mio 1020 che in quanto ad hardware è ancora il migliore ma il software lascia moooolto a deisderare.
    Ps. spero anche in un Nokia con Sailfish alla fine dell’anno :Q lo comprerei subito!

  2. Marco ha detto:

    Al di la’ che la posizione russa piaccia o meno comunque questa è una buona notizia e speriamo che alle parole seguano i fatti.
    D’altronde penso che sostenere Jolla costi molto meno che finanziare una squadra di calcio e basterebbe molto poco ad uno dei vari oligarchi russi fare un investimento di peso.
    Speriamo che finalmente si apra un dualismo nel settore degli smartphone; i competitor a stelle e strisce hanno in mano, secondo me, il mercato sia per capacita’ e bravura ma anche tanto perchè il governo del paese ha fiutato quel settore come la nuova frontiera di conquista e ha fatto di tutto perchè si imponessero; basta vedere come si è mossa Microsoft……
    Certo i russi non sono dei samaritani ma avere un coro con una sola voce non fa bene a nessuno, quindi ben venga.

  3. nome ha detto:

    ma il tipo caga anche un po di soldi in finanziamento e sviluppo o si limita a “scommettere” a parole? no, perche anche su reactos mendel…mendeleiev… o come si scrive.. (si insomma il pupazzo che comanda i nome e per conto di putin, per intendrci) avevano sperticato elogi ma non avevano cacciato un rublo di finanziamento. tutti froci col culo degli altri anche i politici russi a quanto pare.

  4. luxbrux ha detto:

    cazzarola ora mi tocca litigare nuovamente con molti amici!!! quando cominciai ad usare linux oltre 15nni fa’…fui additato come comunista… misteri della fede;appena sapranno che il mio smartphone è molto in voga tra russi e cinesi… ricomincia la tiritera… brutta l’ignoranza!!!

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: