Prey: tracciate il vostro Jolla

Con il loro avvento, gli smartphone sono diventati sempre più oggetto di furto, sia per il loro valore intrinseco che per la quantità di dati personali che è possibile sottrarre.

Per questo motivo i più grandi player hanno integrato nei propri sistemi operativi diverse soluzioni per il controllo e la cancellazione remota di un dispositivo rubato o disperso. Purtroppo Jolla non ha ancora messo a punto questo tipo di applicativi (sebbene sia al lavoro), ma fortunatamente ci viene in aiuto la community con Prey, software disponibile per Windows, Mac, Linux, iOS e Android.

Attualmente il client per Sailfish OS non dispone di una UI, quindi dovremo configurarlo da terminale; perciò consiglio questa guida solo ad utenti più esperti.

Operazioni preliminari

Prey utilizza il framework Node.js. Per prima cosa, quindi, scaricate l’ultima versione disponibile a questa pagina ed installatela.

Un’altra dipendenza è sudo. Potete installarlo sia attraverso Warehouse dal repository di NielDK oppure da terminale:

devel-su
ssu ar mer-tools
pkcon refresh
pkcon install sudo

Quindi aggiungete l’utente nemo all’elenco dei sudoers:

echo "nemo ALL=(ALL) ALL" >> /etc/sudoers

Installazione e prima configurazione

Ora è tutto pronto per l’installazione:

devel-su
npm -g install prey
prey config hooks post_install

Impostate il vostro account:

devel-su
prey config account setup -f

Inserendo le credenziali o createne uno nuovo e, in seguito, attivate la configurazione:

sudo -u prey prey config activate

Attivazione

Per attivare il servizio immediatamente, digitate:

devel-su
systemctl start prey-agent

Autostart

Se non volete attivare prey manualmente ad ogni riavvio del vostro Jolla:

devel-su
systemctl enable prey-agent

Utilizzo

Jolla su Prey

Attraverso il pannello di controllo disponibile qui potete gestire i dispositivi collegati al vostro account. Attualmente, per Jolla è possibile solo visualizzare la posizione sulla mappa e settare il telefono come disperso (ciò invierà informazioni sulla sua posizione via e-mail).

Lo sviluppo di prey è attivo. Se siete interessati, vi rimando alla discussione su talkmaemo.

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. Marco ha detto:

    Ho provato ad installare Prey e funziona bene (non avevo capito pero’ che funziona solo se il terminale è in connessione dati o wifi). L’attivazione, su richiesta funziona con :systemctl start prey-agent. Se volessi disattivarlo? Magari bastera’ sostituire start con stop? Idem per l’autostart? enable>disable?

Lascia un commento